Quando vogliamo scappare dalla città, o abbiamo bisogno di staccare dalla routine, ormai lo sai dove andiamo a rifugiarci: sulle Dolomiti ovviamente! E dopo la nostra prima esperienza in van in Sardegna, da quella volta non smettiamo più di sognare di fare tutti i passi dolomitici con un van tutto nostro. Ma visto che al momento non possiamo permetterci questa spesa, perché non sognare o direttamente provare il servizio di Goboony?

Cos’è Goboony?

Goboony è un portale olandese, da poco utilizzabile anche in Italia, che ti permette di scegliere e noleggiare il van attraverso privati. Un po’, come funziona con Airbnb, ma in questo caso non affitti una casa ma un camper o un van. Tutto è molto veloce. Basta scegliere la tipologia del mezzo, il luogo, ovviamente le date e in base alla disponibilità optare per quello che più ti piace. Pochi click e avrai prenotato il tuo van, per un on the road indimenticabile sulle Dolomiti. Sei pronto?

5 tappe imperdibili sulle Dolomiti con Goboony

Le Dolomiti le abbiamo conosciute attraverso trekking fenomenali, corse a piedi mozzafiato e giri in bicicletta da brividi. Ora ci manca solo svegliarci e addormentarci con la bellezza negli occhi, dal nostro van e con lo sguardo verso il finestrino che punta al panorama. Ma non perdiamo tempo e iniziamo le nostre 5 tappe tra le Dolomiti con Goboony.

Prima tappa: Passo Giau

Partiamo da Treviso nel pomeriggio e andiamo diretti verso uno dei posti più indimenticabili delle Dolomiti: il Passo Giau. Amato tantissimo anche da ciclisti e motociclisti.

Goboony

Ideale è arrivarci al tramonto per godere di un panorama che difficilmente si dimentica. Per non parlare poi dei colori all’alba, per un ottimo inizio di giornata, gustando il caffè con viste dolomitiche che spaziano dalla Marmolada, il gruppo del Sella, le Tofane fino alla Croda Rossa d’Ampezzo  e non solo.

Gli itinerari che puoi fare a piedi sono diversi, partendo proprio dal passo. In primis il giro ad anello delle 5 Torri fino al Rifugio Nuvolau, oppure dalla parte opposta per un’escursione meno nota ma allo stesso tempo panoramica e molto più silenziosa verso l’altopiano del Mondeval. Qualunque escursione sceglierai non resterai deluso, te lo assicuriamo.

Seconda tappa: Sesto

Dalle Dolomiti Venete ci spostiamo in Alto Adige ed esattamente in Val Pusteria, altra valle ricca di sentieri e laghi da togliere il fiato, come il famoso Lago di Braies.

Vacanze in Val Pusteria

Ma soprattutto, è una meta comoda per raggiungere anche un simbolo iconico delle Dolomiti: le Tre Cime di Lavaredo. Lo puoi fare percorrendo una lunga camminata dalla Val Fiscalina, o se preferisci, le puoi vedere in lontananza facendo un’escursione super panoramica dal Monte Specie. Una delle nostre camminate preferite in zona.

In ogni caso, in Val Pusteria le attività da praticare sono davvero molteplici, e in questo articolo ti lasciamo qualche consiglio. In particolare nell’ultimo punto ti indichiamo un posto dove rilassarsi ma soprattutto dove sostare con il tuo van: un camping a 5 stelle da favola!

Terza tappa: Val Badia

Rimaniamo in Alto Adige, e andiamo in Val Badia. Si tratta di una vallata che si estende per circa 35 km nella parte sud orientale dell’Alto Adige con oltre 400 km di sentieri tutti da provare, dal grado più semplice al più complesso. I comuni principali di questa zona sono: Colfosco, Corvara, La Villa, Badia, San Cassiano, e San Vigilio di Marebbe. Di sicuro qui non ti annoierai e come sempre le viste sono incantevoli.

Trekking Alta Badia

Puoi sostare la notte presso il Camping di Colfosco oppure di Sass Dlacia, entrambi ottimi punti di partenza per innumerevoli camminate, tra le quali, sicuramente da non perdere c’è il trekking verso il Rifugio Jimmi.

Quarta tappa: Passo Sella

Con questo passo dolomitico è stato amore a prima vista, che spesso allunghiamo la strada di ritorno per vederlo. Non ci sono parole per descrivere la bellezza del Sassolungo e del Sassopiatto. Sia che tu lo ammiri soltanto dal finestrino, o che lo giri tutt’attorno correndo o con un bel trekking. Sicuramente ne rimarrai estasiato.

Passo Sella

Puoi dormire con il tuo van direttamente sul passo oppure a pochi chilometri c’è una piazzola a Plan de Gralba.

Quinta e ultima tappa con Goboony: Passo Rolle

Di ritorno verso casa, consigliamo di attraversare la Val di Fassa con l’occhio puntato verso il Gruppo del Catinaccio e magari una sosta per uno dei tanti trekking che questa zona ti regala.

Un angolo di paradiso che non stanca mai. E poi dritti verso Passo Rolle, dove ci sono ampi parcheggi per fermarsi.

Pale di San Martino

Qui assolutamente da non perdere è il tramonto, per godere dell’effetto dell’enrosadira, ovvero quando le Dolomiti si colorano di rosa fino a raggiungere un rosso sempre più intenso. La magia poi delle Pale di San Martino e la Baita Segantini, rendono il momento ancora più magico. Raggiungere questa baita è davvero semplice, bastano 40 minuti.

E poi potrai addormentarti per l’ultima notte gustandoti un cielo stellato a circa 2.000 metri. Cosa volere di più?

Goboony

Cosa dici ti ispira il nostro itinerario a tappe sulle Dolomiti? Ti abbiamo convinto a vivere la montagna in libertà e con un van noleggiato con Goboony?

MyTour Banner

Lara & Davide

Due cuori in viaggio, con una costante voglia di fuga. Viaggiatori zaino in spalla, amanti dello sport e della natura e che non amano lasciare i propri sogni nel cassetto

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.