Dopo due anni si torna a gareggiare nella lunghezza Regina: la maratona, il sogno di ogni runners. E lo rifacciamo nella maratona di casa a Venezia, la nostra città del cuore, che più amiamo. Aggiungi che a distanza di quattro anni dai primi 42,195 chilometri percorsi insieme, l’abbiamo rifatto, che l’esito, non può che essere una giornata dalle infinite emozioni.

Io che mi commuovo perché vedo Lara centrare il suo personal best. E, Lara, che come sempre non guarda l’orologio, e lo scopre solo quando vede il tabellone. Farfalle nello stomaco e abbracci infiniti sono volati a profusione!

Maratona di Venezia

Ci siamo goduti la maratona di Venezia ad ogni singolo chilometro, dall’inizio alla fine. Sorrisi felici sui volti e, tanta voglia di tagliare un nuovo traguardo, anche se il vento non è mai stato dalla nostra parte.

Maratona di Venezia: il percorso

La gara parte da una delle più belle Ville Venete, la Villa Pisani di Stra, per poi proseguire lungo la Riviera del Brenta, con il tifo costante della gente dei vari paesini che si percorrono. Paesini contornati dalle continue splendide ville, e dalla gente del posto che ti urla “Bentornati, ci siete mancati”, ma alla fine anche loro sono mancati a noi. Perché dietro una maratona c’è anche tutto il suo contorno a renderla magica.

Villa Pisani di Stra

Tra un applauso e l’altro, quasi non ti accorgi che la prima parte di gara è volata, fino ad arrivare a Marghera. Ammettiamo la parte meno bella, ma d’altronde non ci sono altre strade per arrivare a Venezia. Sarà comunque un passaggio così veloce, al quale non ci si fa neppure tanto caso.

Si passa quindi per Mestre e il parco San Giuliano. Un parco nel pieno dei suoi colori autunnali, che ti sembra infinito per la serpentina di gente che vedi correre lungo il percorso.

Parco San Giuliano

Ma è qui che cominci a fare il vero viaggio con te stesso, e a fare i conti con il tuo corpo e la tua mente. Sei al 33^ chilometro e dovrai affrontare il fatidico ponte della liberà che pochi amano. Dove vedi le prime persone cedere, e dove devi rimanere concentrato sul tuo obiettivo. Forza che la parte più bella inizia proprio ora!

L’emozione di raggiungere la suggestiva Venezia

Eh si, perché una volta attraversato tutto il ponte e il tronchetto, si arriva nell’incantevole Venezia con i suoi 14 ponti che non vorresti mai fare, ma la visione è cosi emozionante che li affronti a testa alta e osservando ogni singolo scorcio. Si passa sul Ponte di Barche, costruito ad hoc sul Canal Grande con una struttura galleggiante lunga quasi 170 metri allestiti appositamente per l’evento. Quasi un peccato non avere un telefono, perché sarà l’unico giorno in cui si potrà vedere Venezia da un’altra visuale.

E poi sei lì, all’ultimo chilometro dall’arrivo, ti ritrovi in una Piazza San Marco, affollata da un pubblico che fa un tifo da stadio. Sembra che tutti ti conoscano, da quanto sono forti gli applausi e le urla. E, sparisce, come per magia, anche quella stanchezza che ti porti nel tuo ultimo chilometro prima di arrivare al traguardo.

Maratona di Venezia

Sicuramente la parte più speciale e indimenticabile della gara. Questo passaggio a San Marco, resta sempre qualcosa di indescrivibile. Ti dà quella grinta per affrontare gli ultimi metri e i restanti ponti che ti portano in Riva Sette Martiri sul Bacino di San Marco, fino al traguardo. La soddisfazione di arrivare alla fine è qualcosa di unico per davvero!

Tips: i ponti sono attrezzati con rampe di legno così non affronti gli scalini ma ammettiamo che la cosa non è comunque facile, perché sono tutti sugli ultimi 3 chilometri quando cominci ad essere particolarmente stanco.

Maratona di Venezia

Quello che ti lascia una maratona…

Una gara dalle mille emozioni e mentre te la raccontiamo ci commuoviamo un po’, perché la maratona fa sempre parte di un sogno, e i sogni non si tengono nel cassetto, noi runners lo sappiamo bene. Corriamo e andiamo a realizzarli!

E cos’ha ancora di bello questa maratona? Che puoi festeggiarla con un bel tour di bacari! What else? Corri a leggere il nostro articolo, per non farteli sfuggire!

Ultime info di servizio:

Per raggiungere la zona di partenza  e per rientrare dalla zona di arrivo potrai utilizzare i mezzi messi a disposizione dall’organizzazione per tutti gli atleti iscritti. Qui trovi le informazioni necessarie! Non ti resta che pensare alla tua gara!

Condividi
MyTour Banner

Lara & Davide

Due cuori in viaggio, con una costante voglia di fuga. Viaggiatori zaino in spalla, amanti dello sport e della natura e che non amano lasciare i propri sogni nel cassetto

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *