Quando pensi alla Toscana, ti vengono subito in mente i suoi storici ed incantevoli borghi di pietra, i paesaggi mozzafiato e il buon cibo, oltre alla simpatia della gente locale. E, nonostante il nostro cuore sia rimasto in Val d’Orcia, ci sono tantissime altre zone da amare della Toscana. Oggi, quindi, ti portiamo a scoprire cosa vedere nella meravigliosa Val d’Elsa con i suoi borghi particolarmente suggestivi e i suoi paesaggi da sogno.

Una zona che si trova in mezzo tra la provincia di Firenze e di Siena, ed è attraversata anche dalla famosa via Francigena.

Pensiamo che un weekend in questa zona sia perfetto per visitare alcuni dei suoi borghi più belli.

Val d’Elsa e i suoi borghi: quali vedere

Primo giorno

Certaldo

La nostra prima tappa è Certaldo, uno dei borghi più incantevoli del Chianti e della Val d’Elsa. Questo paesino è formato da due parti, quella bassa più moderna e con meno fascino e quella alta che rispecchia il classico borgo toscano.

Puoi raggiungere il centro alto con la funicolare o a piedi, cosa che ti consigliamo di fare, visto che la strada, nonostante la salita, è molto breve.

Certaldo

Il centro di Certaldo è davvero piccolo e tutto pedonale che si riesce a visitare abbastanza velocemente.

Questo borgo è inoltre famoso per la casa di Boccaccio. Dove si presume sia nato qui e, vissuto fino alla sua morte.

San Gimignano

Successivamente ci spostiamo verso San Gimignano. Molto più grande, e diremmo anche uno dei borghi più belli della zona, che non può sicuramente mancare in un itinerario in Toscana. Dichiarata dal 1990 Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Detta anche Città delle Torri, anche se ad oggi ne sono rimaste solamente 14 rispetto alle 72 che erano presenti in passato.

Cosa vedere in Val D'Elsa

Cosa non perdere:

  • la piazza del Duomo e la magica Piazza della Cisterna
  • la camminata sulle mura per godere del panorama tutt’attorno

San Gimignano

  • degustazione di vino, in uno dei tanti negozi che troverai all’interno delle mura. Non puoi tornare a casa senza una bottiglia della Vernaccia di San Gimignano, vino bianco locale, orgoglio di questa zona
  • e infine lasciati trasportare senza mappa, è il modo migliore per scovare le sue vie più belle

Volterra

Ultima tappa della giornata è Volterra, che dista da San Gimignano solo 30 minuti di auto, che non si colloca proprio nella Val d’Elsa ma visto la vicinanza merita una visita. Si trova infatti tra la Val di Cecina e la Val d’Era.

cosa fare in val d'elsa

Consigliato andarci verso il tramonto grazie ai suoi paesaggi tutt’attorno e, alle sue vie piene di mattoni che rilasciano un particolare fascino ai tuoi occhi.

Secondo giorno

Colle di Val d’Elsa

Colle di Val d’Elsa, un borgo color ocra che non rimane di certo inosservato e, che noti anche semplicemente passandoci lungo la strada. A dire il vero l’abbiamo proprio notato così e, non potevamo non fermarci.

Cosa vedere in Val d'Elsa

La parte più antica e suggestiva è sicuramente la parte alta che, puoi raggiungere a piedi o in ascensore.

Il suo centro storico parte da Porta Nuova a Baluardo (dove arriva l’ascensore). Qui troverai il Duomo, ma soprattutto una vista stupenda sul panorama circostante. Se ami gli oggetti in cristallo, sei inoltre, capitato nel posto giusto. In quanto, qui avviene il 95% della produzione italiana. Nel centro storico infatti c’è ancora qualche artigiano che lavora il vetro come un tempo.

cosa vedere in val d'elsa

Monteriggioni

Un borgo perfettamente tenuto nel quale ti sembra di tornare indietro nel Medioevo.

E’ davvero piccolo. E’ formato da una piazza centrale e una cinta muraria tutt’attorno, dove passeggiare all’alba o al tramonto per ammirare il panorama sottostante.

Monteriggioni

Questo borgo merita una visita soprattutto nel mese di luglio quando c’è la festa medievale. Dove ti fanno rivivere la vita medievale di un tempo: con artigiani, nobili con vestiti tipi dell’epoca, ma anche con i loro piatti della tradizione di un tempo.

Cosa vedere in Val d’Elsa: dove dormire

Per vivere una vera magia, scegli un agriturismo immerso nella natura e i loro paesaggi incontaminati, e magari con la classica cucina toscana che delizi il tuo palato.

Noi abbiamo optato per la Tenuta Mensanello. Un borgo storico ristrutturato su una collina che domina la suggestiva Val d’Elsa, dove troverai sia camere che appartamenti, oltre alla piscina ma soprattutto, un ottimo ristorante con prodotti a km zero e davvero gustosi. Le nostre papille gustative sono state abbondantemente soddisfatte.

Cosa vedere in val d'elsa

Conclude qui il nostro piccolo tour tra questi favolosi 5 borghi toscani che meritano sicuramente una visita. Un ottimo itinerario che si presta bene anche su due ruote, se ami la bici. La Toscana infatti è il territorio ideale per chi ama questo sport.

Se sei infine curioso di conoscere altri borghi, vai a dare una sbirciatina anche al nostro weekend in Val d’Orcia, e ti aspettiamo nei commenti per conoscere altri luoghi che non siamo ancora riusciti a visitare.

Condividi
MyTour Banner

Lara & Davide

Due cuori in viaggio, con una costante voglia di fuga. Viaggiatori zaino in spalla, amanti dello sport e della natura e che non amano lasciare i propri sogni nel cassetto

Ti potrebbe interessare:

14 commenti

  1. San Gimignano, Volterra e Monteriggioni sono una meraviglia, mi sono rimaste nel cuore…. Una terra davvero bellissima da visitare anche facendo trekking, visto che in parte è attraversata dalla Francigena.

  2. Fantastica Toscana, mamma mia quanta bellezza! E pensare che io sono riuscita a vedere solo Firenze, ahimè! Tra tutti i borghi che hai citato ovviamente io correrei subito a visitare San Gimignano, per aggiungere un altro patrimonio UNESCO alla mia lista di patrimoni visitati 🙂

  3. Nel settembre del 2019 ho fatto un mini on the road simile al vostro. Ho dormito a Colle di Val d’Elsa e in due giorni ho visitato Monteriggioni, Volterra (che mi ha un po’ deluso) e San Gimignano. Non sono riuscita a vedere Certaldo, ma prima o poi tornerò in Toscana e includerò questo borgo nell’itinerario. Non sapevo che la cittadina fosse suddivisa in due parti e la zona alta si potesse raggiungere con la funicolare. Curioso 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cosa farai quando sarai a Verona?