L’amore per le Dolomiti e per le “bollicine”, ci ha portato lo scorso weekend a degustare il Trentodoc in alta quota. Una manifestazione organizzata dall’Istituto Trento Doc con, la collaborazione dell’Azienda di Promozione Turistica della Val di Fassa, che ti permette di scoprire il metodo classico Trentino in location uniche e con panorami mozzafiato. Un’occasione quindi che non potevamo proprio farci sfuggire.

Scopriamo insieme il Trentodoc

Il Trentodoc è il primo metodo classico ad ottenere la DOC (denominazione di origine controllata) in Italia, e uno fra i primi al mondo. Un vino legato ai valori della montagna, ed unico grazie alle abilità degli enologi e al suo territorio.

Viene prodotto solo con uve trentine, con un processo che viene tramandato da diverse generazioni, e con una vendemmia fatta a mano e di grande passione.

Si dice che il Trentodoc sia territorio perché all’interno di ogni calice di vino, trovi il clima alpino delle vette più elevate ma, anche il clima più mite del fondo valle. Ogni sorso infatti, ha una sua unicità e storia in base alla sua origine.

trentodoc

Si tratta, inoltre, di un vino che segue una procedura sostenibile. Segue, appunto un protocollo d’intesa che riduce al minimo e, a volte annulla, l’impatto sull’ambiente delle sue viticolture. Un tema che riteniamo assai importante per la tutela paesaggistica del territorio.

Dove abbiamo degustato il Trentodoc?

Siamo andati in Val di Fassa, esattamente nel cuore del Gruppo del Catinaccio. Abbiamo fatto un pieno di bollicine ad alta quota, a 2000 metri, presso Baita Checco.

baita checco

Una baita disposta in un balcone dolomitico unico al Ciampedie, con il gruppo del Catinaccio che ti osserva, e dove lo chef Matthias, riesce a stupirti con i suoi piatti legati alla tradizione ma con spicco di creatività.

Si può arrivare in baita in due modi:

  • a piedi in 1 ora e mezza, partendo da Vigo di Fassa e seguendo il sentiero n. 544
  • in funivia sempre dal centro di Vigo di Fassa che in pochi minuti ti fa raggiungere la vetta

Qualsiasi il modo in cui arriverai, stai certo, che rimarrai incantato per lo spettacolo paesaggistico che ti si presenterà di fronte, e la parte culinaria completerà al meglio la tua giornata.

trentodoc

Il nostro wine tasting:

Abbiamo iniziato con due classici della tradizione: tagliatelle di cervo e gnocchi di polenta con salsiccia e finferli, una vera squisitezza. E, successivamente abbiamo optato per il filetto di maiale con ketchup di albicocca e rosmarino, e indivia belga caramellata. Un piatto creativo che ha, inizialmente, ammaliato la nostra vista e poi solleticato piacevolmente il nostro palato.

trentodoc

Il tutto con l’accostamento dei seguenti vini:

  • Cantina Ferrari – Ferrari Perlé: uve Chardonnay, con vigneti di montagna posti nelle zone più vocate del Trentino;
  • Cantina Toblino – Antares Brut Millesimato: uve Chardonnay, con un vitigno originario della Borgogna che ha trovato il terreno e le condizioni climatiche ideali nella Valle dei Laghi.

E con la dolce conclusione di una fetta dei loro dolci fatti in casa, nella terrazza dolomitica esterna al locale.

Se come noi ami il turismo enogastronomico e i panorami dolomitici, è una tappa che proprio non puoi perderti. Anche perché, è una buona occasione per unire il piacere di un buon bicchiere di bollicine, con una piacevole camminata panoramica sulle Dolomiti.

Anzi, ti consigliamo di metterla già in programma con uno dei prossimi appuntamenti che, proseguiranno a Madonna di Campiglio e in Val di Fiemme fino a domenica 27 febbraio.

Scopri l’evento più adatto a te e corri a brindare in alta quota con il Trentodoc!

E per qualche altro spunto di escursioni in Val di Fassa, dai un occhio anche alla nostra pagina dedicata ai nostri trekking!

Codice etico

Questo articolo è scritto sulla base della nostra esperienza, con informazioni veritiere, che siano utili per te quando pianificherai i tuoi viaggi e itinerari.

Tieni presente che alcuni collegamenti in questo blog post potrebbero contenere link di affiliazione, ovvero se acquisterai uno dei prodotti qui menzionati seguendo il link, riceveremo una piccola commissione che ci aiuterà a coprire il mantenimento del blog. L’utilizzo di questo collegamento, tuttavia, non aumenterà il prezzo finale per te.

Lara & Davide

Due cuori in viaggio, con una costante voglia di fuga. Viaggiatori zaino in spalla, amanti dello sport e della natura e che non amano lasciare i propri sogni nel cassetto. Tra una corsa e l’altra ti raccontiamo il mondo.

Ti potrebbe interessare:

6 commenti

  1. Sono una vera e propria amante delle degustazioni e questo vino mi sembra davvero interessante. Farò tesoro dei vostri consigli per vivere al meglio questa esperienza

  2. Questo evento è decisamente nelle nostre corde! Ci piace fare queste degustazioni di vino e cibo, se poi sono in alta quota meglio ancora! Mi segno il prossimo appuntamento e lo propongo a mio marito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *